Informazioni generali

MICRO E MACROEMODINAMICA: IL RUOLO DEI NUOVI INOTROPI

5 MAGGIO 2021 - H. 17.00/19.00

RAZIONALE SCIENTIFICO

Nella pratica clinica molto spesso ci troviamo a dover fronteggiare situazioni di instabilità emodinamica che possono variare dal semplice episodio ipotensivo fino allo shock, sia esso settico, cardiogeno o circolatorio. Dal punto di vista macroemodinamico sappiamo che il parametro che viene maggiormente preso in considerazione e che spesso prima di tutti rappresenta per noi un “campanello di allarme”, è la Pressione Arteriosa. Ma la Pressione arteriosa non è l’unico aspetto da considerare: un ruolo fondamentale è giocato anche dalle Resistenze Periferiche Vascolari che determinano il Ritorno Venoso che a sua volta determina la contrazione ventricolare e quindi la Portata Cardiaca. Questo semplice modello rappresenta la base dei comuni schemi di gestione dello shock: incrementare il volume per aumentare il ritorno venoso e quindi la portata cardiaca; utilizzare farmaci vasocostrittori per incrementare la pressione arteriosa ed usare farmaci inotropi per aumentare direttamente la portata cardiaca nei pazienti in cui non è possibile espandere la volemia. Tuttavia non sempre l’incremento della pressione arteriosa e della portata cardiaca si associano ad un aumento di flusso nel microcircolo. Siamo abituati a pensare che il macrocircolo e il microcircolo siano due sistemi completamente diversi, in realtà c’è una grande relazione tra i due. Lo scopo di questo corso è quello di capire che tipo di Relazione esiste appunto tra questi due sistemi e capire quali sia il ruolo giocato dai nuovi inotropi in questa interdipendenza. Approfondiremo tutti quelli che possono essere gli utilizzi del Levosimendan, un inotropo molto usato nella pratica clinica, e cercheremo di capire quelli che possono essere i suoi limiti.

Iscrizione online


CLICCA QUI PER ISCRIVERTI

Moderatori

Sabino Scolletta
Direttore Scuola di Specializzazione in Anestesia, Rianimazione, Terapia Intensiva e del Dolore Dipartimento di Scienze Mediche, Chirurgiche e Neuroscienze, Università di Siena.
Direttore UOC Anestesia e Rianimazione DEA e dei Trapianti Azienda Ospedaliero Universitaria Senese Santa Maria alle Scotte, Siena

Docenti

Valentina Ajello
Dirigente Medico U.O.S.D. Cardio Toraco Anestesia- Dipartimento di Scienze Mediche
Fondazione PTV Policlinico Tor Vergata - Roma

Cecilia Bianchi
Dirigente Medico U.O.C. Anestesia e Rianimazione - Ospedale del Cuore G. Pasquinucci di Massa – Massa Carrara

Dionisio Colella
Responsabile U.O.S.D. Cardio Toraco Anestesia- Dipartimento di Scienze Mediche
Fondazione PTV Policlinico Tor Vergata - Roma

Fabio Guarracino
Direttore Struttura Complessa Anestesia e Rianimazione Cardiotoracovascolare - Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana - Pisa

Michele Giovanni Mondino
Direttore Struttura Complessa Anestesia e Rianimazione 3 - Ospedale Niguarda, Milano

Andrea Morelli
Professore di Anestesiologia presso il Dipartimento di Scienze Cliniche, Internistiche, Anestesiologiche e Cardiovascolari - Facoltà di Medicina e Odontoiatria - Università di Roma "La Sapienza"
Dirigente Medico UOC Anestesia e Rianimazione B - Dipartimento Emergenza-Accettazione Aree Critiche e Trauma Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico Umberto I, Roma

Gianluca Paternoster
Dirigente Medico Anestesia e Terapia Intensiva Cardiovascolare Azienda Ospedaliera San Carlo, Potenza

Programma

5 MAGGIO 2021 - H. 17.00/19.00

 Moderatore: S. Scolletta
17.00 Monitoraggio Eco-dinamico avanzato
D. Colella
17.15 Shock settico
A. Morelli
17.30 Microcircolo
S. Scolletta - C. Bianchi
17.45 Farmaci inotropi: dalle pubblicazioni alla pratica
F. Guarracino - G. Paternoster
18.15Ossiforesi
V. Ajello
18.30Assistenza meccanica al circolo
M.G. Mondino
18.45Discussione